Saturday, 22 October 2011

Giulio De Vita all'asta! GALERIE PETITS PAPIERS / VENTE AUX ENCHERES


Vente aux enchères – BANDE DESSINEE - Planches et illustrations originales
Plus de 600 oeuvres originales plus de 300 artistes -
Vente : 19 et 20 novembre 2011

Lots visibles
bruxelles : au Sablon les 12, 13 & 14 novembre 2011 - 8 et 8A rue de bodenbroek a 1000 Bruxelles
paris : le 18 novembre 2011 de 11h à18 h salle VV - 3 rue rossini - 75009 Paris

Experts : Marc Breyne et Alain Huberty
contact@petitspapiers.be
Tél. : +32 (0)478 319 282

catalogues, information :
Anastasia Hirt
ahirt@millon-associes.com
Tél. : +33(0)1 47 27 95 34

Sunday, 16 October 2011

Jazz and comics photos

>

Jazz and comics

Yesterday I was part of an interesting performance between jazz music and comics. During the concert me and 3 other comics artist were inspired in a creation of a comics tale.

Wednesday, 12 October 2011

Albert Weinberg

Apprendo con profonda tristezza del passaggio a miglior vita del Maestro Albert Weinberg.
L'ho incontrato piú volte ai festival di fumetti. In quelle frenetiche situazioni ho avuto modo di conoscere e ammirare l'eleganza e la raffinatezza dell'uomo e la passione, la costanza e la semplicità di un artista. Pur essendoci una grande differenza di età, sembrava di parlare con un coetaneo, simpatico, arguto, brillante come pochi. Un esempio.
ciao, "Alberto Naso Rosso".

Tuesday, 4 October 2011

l'assenza di Bonelli a Romics

È stato triste a Romics vedere lo stand Bonelli completamente vuoto.
il patron di questa gloriosa casa editrice non c'é più. È mancato due soli giorni prima dell'apertura della fiera. Una fiera enorme, non propriamente dedicata al fumetto. La stragrande maggioranza dei visitatori era composta da cosplayers. Una grande, enorme festa! Bellissima! Coreografica! Gioiosa, pulita, divertente! Ma non certo un festival di fumetti: un festival di cosplayers. 100 mila visitatori! quasi tutti travestiti da eroi dei loro cartoni o fumetti preferiti, perlopiù giapponesi.
-"Aho! ma sei uguale! proprio uguale-uguale!!!"-
- "Nun so' uguale: so' IO!"-
Armature, spade, ali, croci, caschi, laser, treccine, orecchie a punta. Costumi semplici, elaborati, pesantissimi, geniali, così come orrendi, ridicoli, comici.. di tutto di più.
Mi è pesata enormemente l'assenza e un tributo a Sergio Bonelli di una rappresentanza di chi per decenni ha lavorato con lui, per lui, per noi. Bonelli ha dato tanto non solo ai lettori, ma ha dato ai suoi collaboratori. Era, ed è... e sarà "il fumetto" italiano. Sergio Bonelli, l'uomo aveva 80 anni. Non era certo un ragazzino. Non credo che fosse lui a organizzare le fiere. C'é di certo una grande organizzazione nella casa editrice più grande d'Italia. Mi ha rattristato vedere che nessuno abbia avuto l'iniziativa di organizzare NULLA in "memory of", un pannello, una foto, niente. Non è stato mandato nessuno a rappresentare la casa editrice a parlare con il pubblico allo stand, a dire che Sergio Bonelli rimarrà sempre con noi attraverso i suoi eroi, a spiegare le motivazioni dell'assenza della casa editrice, a rinviare gli appassionati a un prossimo appuntamento, a raccogliere il cordoglio dei lettori. Per fortuna la sensibilità dell'organizzazione di Romics ha improvvisato nello stand squallidamente vuoto, un guest-book dove i visitatori hanno potuto lasciare un pensiero. E Luca Raffaelli, il direttore artistico del festival ha tenuto una conferenza-tributo non prevista in compagnia di Ivo Milazzo. Sicuramente ai prossimi grandi eventi fumettistici la questione verrà ribilanciata dalla casa editrice... ma quello a cui ho assistito a Romics non è stato certo un bel segnale.